venerdì 20 aprile 2018

25 aprile???

No, ma scusate eh....Ho lanciato la proposta di dedicare i cortei del 25 aprile (festa della Liberazione) alla Palestina; non per quello che sta accadendo, ma per il fatto che è la ricorrenza della Nakba...Ovvero 70 anni di occupazione sionista...e.....
un sionista mette a commento un dito medio con il simbolo di israele...
Allora... se davanti alla stessa richiesta però per l'olocausto, avesse risposto qualcuno con un dito medio con la bandiera palestinese....saremmo su tutti i giornali e sui social a gridare "antisemita! fascista! nazista!"....vero????
Non è il dito medio di sto stronzo che fa perdere le speranze, ma il vostro silenzio! I vostri cortei che (visto il silenzio) odorano solo di ipocrisia. I partigiani vi farebbero il culo quadro.
Meglio andare in campagna a fare grigliate di tomini e verdure che ignorare la Nakba, il genocidio, e celebrare la "libertà"....la libertà di chi e da chi?



venerdì 13 aprile 2018

LA MIA PRIMA NOTTE IN PALESTINA




Giugno 2013, non ricordo il giorno, era la mia prima notte in Palestina.....
Siamo sul balcone della casa di Nablus, sto facendo conoscenza con gli altri internazionali. E' notte e la bellissima città di Nablus è illuminata ed abbracciata dai suoni arabi e dal profumo del caffè....
Improvvisamente, senza alcun rumore, sopra di noi taglia il cielo stellato un missile con le sue lucine ... Si vedeva nettamente che era un missile.
Ci alziamo in piedi a bocca aperta. Uno di noi grida “it's a fucking rocket going to Siria!!”.
Israele che spediva uno sei suoi missili in Siria.
Era, ripeto, giugno 2013.....
Di che cazzo state parlando ora?

giovedì 12 aprile 2018

IL GIORNO CHE VERRA' (in Siria)




Premesso che non ci sono governi buoni.....

Era il 17 ottobre 2017, quando dal Libano scrivevo che la guerra in Medio Oriente era alle porte.....http://samanthacomizzoli.blogspot.it/2017/10/accordo-hamas-fatah-leviathan.html
Era il 15 marzo 2018 quando pubblicavo la foto della porta aerei americana nel porto di Haifa (Palestina occupata da israele), pronta.....

In questi ultimi due anni israele ha costruito il muro anche al confine con la Giordania e in questi giorni lo sta costruendo al confine con il Libano. Quand'ero in Giordania volevo andare sul posto a filmare, ma ti fermavano 15 km prima e non era possibile. Cercai, allora, di capire il “perchè”, visto che i palestinesi non cercano di passare da quel confine per tornare in Palestina... La risposta era sempre la stessa “perchè ci saranno tanti profughi nei prossimi anni ed israele vuole impedirgli di varcare il confine”.

Non era difficile da capire lo scenario che ora si sta aprendo: così com'è stato per la Libia, per l'Iraq...la volontà dei porci di prendersi la Siria è certa; ed è purtroppo certo quello che stanno per creare:
chiudere dentro alla Siria la popolazione, farla morire come topi perchè non potranno scappare.
In quest'ultimo anno, israele, ha mandato autobus a prendere i simpatizzanti d'israele in Siria e li ha portati via. La “preparazione” è terminata. Ora possono eseguire.
Ora andiamo per logica sulla divulgazione delle news di questi anni: i media sono menzogneri, se gli si riconosce questo, va riconosciuto per tutto. Non solo quando ci fa comodo.
Che Assad sia un dittatore, su questo non c'è dubbio (i palestinesi uccisi nelle sue prigioni sotto tortura, quelli uccisi nei campi profughi..anche); che alcune persone gridavano e lottavano per la libertà...ok...ma non potete (e questa è logica) venire a raccontare che si è auto bombardato.????
Chi ha divulgato le stesse notizie che davano i media... (RAI, TG5, BBC, Al Jazeera...) si è reso conto che stava dicendo le loro stesse cose? E chi sta divulgando che Assad si è auto bombardato, si sta rendendo conto che sta divulgando la versione di Saviano?
Onestà porca puttana!
Tutte le volte, ripeto tutte le volte, che dai media palestinesi veniva data notizia che gli aerei israeliani stavano sorvolando la Siria, combinazione poco dopo veniva divulgata la notizia dai media occidentali che la Siria era stata bombardata dal suo stesso Assad.... scusate eh...ma qui non si tratta di essere pro o contro Assad. Piuttosto si sta parlando di non dire la verità e di proteggere (di riflesso) israele, gli USA e l'Arabia Saudita. (solito asse).
Ancora? Come in Libia? Dai.....
Ora, questa mia sulle divulgazioni delle notizie era solo una semplice riflessione che purtroppo non cambierà una virgola. Così come non la cambierà chi ha divulgato per anni le responsabilità errate.
Il Medio Oriente è sotto attacco, dal mondo occidentale, da anni (assassini per la pace); che, poi, al suo interno ci siano altri governi schifosi, questo non ha dubbi.

Ho un dejavù: mi trovavo ad una conferenza a Ravenna..c'era un giornalista che era stato inviato in Libia. Raccontò che lui telefonava alla redazione per fare il report e (faccio un esempio): “questa sedia è bianca”, il giorno dopo sulla carta stampata del suo giornale usciva “la sedia nera”. Cioè, si era accorto che i suoi report venivano cambiati. Fino a quando si arrivò al famoso ritrovamento della “fossa comune” che sarebbe stata opera di Gheddafi.. Ve le ricordate le immagini? Ecco, lui a quella conferenza confessò che non c'era nessuna fossa comune, che si era trattato di un cimitero dissotterrato per poter fare quelle foto e dare quella notizia. Il giornalista lavora ancora per quel giornale... Lasciai la conferenza. Schifo.

sabato 7 aprile 2018

LETTERA AL TG5






Mail: redazione.tg5@mediaset.it



  • Alla redazione TG5 mediaset
  • al direttore TG5 di mediaset
  • a Cesara Buonamici


Egregi Voi tutti, ieri sera nell'edizione TG5 delle ore 20,00 avete mandato in onda un servizio giornalistico su Gaza.
Poichè mi trovavo a casa di amici con la tv accesa ho avuto modo di vederlo:

- le video-riprese erano girate dal lato dei soldati israeliani,
  • vi era un'intervista ad ufficiale israeliano in inglese e non sottotitolata ove l'unica parola capibile da tutti era “terrorist”,
  • all'interno del servizio veniva data la notizia che i palestinesi avevano bruciato tantissimi copertoni delle auto, che avevano tirato sassi e avevano, altresì, protestato
  • e, sempre all'interno del servizio, veniva data la notizia di 8 palestinesi uccisi a fronte di una comunque più scarsa partecipazione rispetto al precedente venerdì.
  • A servizio finito, veniva data a voce la notizia, dalla Signora Cesara Buonamici, che a Novara era stato fermato un palestinese che si era radicalizzato.
Quello che avete fatto, e che ho elencato, è PORNOGRAFIA. E, sono certa, qualcuno si è fatto anche delle seghe.

Egregi Voi tutti:
  • lo scorso venerdì a Gaza, i cecchini israeliani hanno fatto tiro al piattello su persone (palestinesi) uccidendo 19 persone disarmate e ferendone 1462. Fra questi ci sono feriti gravi, donne alle quali hanno sparato al ventre, bambini ai quali hanno sparato in bocca, persone alle quali hanno sparato alle gambe mentre erano chini a pregare.
  • Quest'ultimo venerdì, i cecchini israeliani hanno rifatto il tiro al piattello su persone (palestinesi) uccidendo 10 persone, fra queste vi è un giornalista armato di fotocamera ed un altro bambino di 14 anni. 1200 feriti.
Non è necessaria la vostra pornografia per proteggere israele, sono 70 anni che sta compiendo un genocidio, impunito. Poichè la Pietà non è selettiva, vi allego le foto “dell'esercito palestinese” che è stato bersaglio dei soldati questi due venerdì, e,
VI CHIEDO

di comunicare in un servizio al Tg5, quanti israeliani sarebbero stati feriti e/o uccisi a Gaza in questi “scontri”.

Samantha Comizzoli
video reporter
(sparata, rapita, imprigionata, torturata e deportata dall'esercito israeliano)



REPORT VENERDI' 6 A GAZA

10 PALESTINESI UCCISI, 1200 FERITI.
Fra i Palestinesi uccisi, ci sono un bambino di 14 anni ed un giornalista armato di foto camera. Di seguito i nomi:

Yasser Murtaja, 31 anni giornalista
Osama Khamis Qudeih, 38 anni
Majdi Ramadan Shabat
Mohammed Sa'id al-Haj Saleh, 33 anni
Sadqi Abu Attiwi (30 anni)
Alaa Yahya Al Zamil 30 anni
due martiri ancora non identificati
Ibrahim al-'Arr, 20 anni
un ragazzino di 14 anni 

venerdì 30 marzo 2018

14 PALESTINESI UCCISI DAI CECCHINI ISRAELIANI A GAZA, OGGI

14 palestinesi uccisi a Gaza durante una marcia pacifica con donne, vecchi, bambini. I cecchini israeliani hanno sparato sulla folla. 1416 feriti. Di seguito i nomi di 12 dei palestinesi uccisi (al momento non riesco a trovare i nomi degli altri due) ed alcune immagini.... sparano sulla folla, sparano in bocca ai bambini....
Naji Abdullah Abu Hijir (25 anni)
Jihad Zuhair Abu Jamous
Ahmed Abu Odeh
Abdul Qadir al-Hawajri, 42 anni,
Abdel-Fattah Bahjat Abdel-Nabi (18 anni)
Ibrahim Abu Sha'er, (22 anni)
Muhammad Kamal al-Najjar (25 anni)
Omar ouhid AbuSmour (27 anni)
Mahmoud Muammar (38 anni)
Mohammed Abu Omar (22 anni)
Ahmed Aboouda (19 anni)
Jihad Freeneh (33 anni)